Posta del Cuore: “È sposato ma è la mia ossessione”

posta del cuore 2

“Ciao Pierpaolo,

tutto è iniziato 4 anni fa. Ci incrociamo, guardiamo, stringiamo la mano e io vado a cercarlo su facebook. Lo trovo, messaggiamo per giorni e poi scopro, non da lui, che è sposato e ha un figlio.
Chiudo la conversazione.
Mesi dopo lo rivedo, gli scrivo di nuovo, “tanto quello impegnato è lui, se non sono io è un’altra”. Passa un anno in cui lui mi chiama diverse volte. Alla fine cedo, ci rivediamo. Questa volta inizio io a cercarlo, dal buongiorno al chiedergli di vederci. A volte risponde, a volte è lui a mandarmi il buongiorno, ma passa un altro anno prima di rivederci.
In realtà non mi rendo conto che sto partorendo un’ossessione. Perché negli ultimi anni non ho fatto che pensare a lui. Ho provato a non essere infantile, a non cercarlo. Ho avuto altre storie ma poi sono sempre qua. Si comporta in modo irrazionale, non mi cerca ma controlla i miei accessi. Ho postato una foto in cui c’era un regalo che non gli ho mai dato e mi ha telefonata alle undici di sera dicendo di volerlo, e quando gli ho risposto che la sera dopo ero impegnata mi ha chiesto con chi uscissi.
Sempre a voler sapere cosa faccio. Appena si accorge che gli sto sfuggendo mi cerca. Per un periodo ho pensato potessimo essere amici, si confida anche su problemi seri che riguardano lui e la compagna. Ma sto solo peggio.
Siamo due egocentrici che si rincorrono? Può darsi. Sono solo un gioco per lui? Cosa vuole da me?
Dovrei convincermi che di bene per me non ne ha, ma a volte si comporta come se un sentimento da parte sua ci fosse. Questo mi frega.
Cosa devo fare Pierpaolo?

Anonima”

Cara Anonima,

ricevo spesso lettere simili.
È una dinamica comune, ci siamo passati tutti. La sindrome del “se lo conquisto, valgo qualcosa. Se non ci riesco, non merito amore”.
Credo sia frutto della realtà maschilista delle passate generazioni. Delle nostre nonne e madri e zie. Quella realtà che vedeva la donna in attesa di un pretendente che la rendesse moglie, e le desse così un ruolo sociale di valore, la legittimasse in questo mondo. Dunque scelta dall’uomo, in mezzo al gruppo, passivamente. L’uomo sceglie, la donna viene scelta.
So che sembra assurdo nel 2017, ma le nostre madri hanno subito questo modello d’amore, e un po’ ce l’hanno trasmesso. Che sfiga!
Cara Anonima, pensare di dover essere scelti educa l’autostima a restare bassa, ma soprattutto ad alzarsi solo in relazione all’amore. Se ci amano, allora valiamo qualcosa.
Una bassa autostima, però, può spingerci a non badare a chi ci dimostra affetto sincero o lusinghe, perché lì è troppo facile, banale, non c’è conquista, quasi sorvoliamo perché non ci siamo sudati il premio. Ecco il punto: vedere l’affetto come un premio. Qualcosa per cui essere all’altezza. Qualcosa che non tocca a noi, se non dopo esserci impegnati duramente per aver dimostrato di meritarlo.
E tadà! Cosa c’è di più plateale dell’essere scelti da un uomo sposato, per sollevare l’autostima?
La fregatura è che questi tira e molla durano anni e poi, un bel giorno, uno dei due mette la testa a posto, matura, conosce la persona della porta accanto, si sposa, fa due figli e scopre il vero amore: all’improvviso ride del tempo prezioso che poteva essere usato per fare mille cose utili per sé. Andare in canoa, prendere un attestato da assistente dentista, visitare la Croazia.
Devi sbarazzarti delle brutte abitudini, e quella di credere di dover essere scelta è una brutta abitudine.
Ci vuole rigore, forza d’animo, rispetto per se stessi.
Uscire con un uomo sposato, attendere affetto da una persona impegnata, fantasticare sul futuro con chi non si può avere è una cattiva abitudine da correggere.
Sii tu a scegliere. Fai la cosa giusta.
Le cose giuste sono una gran rottura di cazzo, lo so. Le più difficili. Ma ci rendono migliori e ci danno l’occasione per essere felici.
Un bacio.

Se vuoi leggere le altre lettere, clicca su LA POSTA DEL CUORE

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...