Posta del Cuore: “Disillusa dagli idioti, chatto col mio ex già impegnato”

Banner - La posta del cuore

“Ciao Pierpaolo,

ho sempre avuto uno strano rapporto con le relazioni, e più passa il tempo più le cose peggiorano. Alla soglia dei miei trentun anni, tutte le amiche hanno bambini attaccati alla gonnella e mi guardano apprensive, perché quei pochi a cui concedo la possibilità di qualcosa di più “serio” si rivelano dei perfetti idioti. Ma poco mi importa, preferisco la mia libertà alla routine che potrebbe uccidermi.
Ieri mi sono ritrovata a parlare con un ragazzo che non sentivo da un pezzo. Abbiamo avuto una storia travolgente anni fa, che finì perché ero indecisa tra lui e un altro, e preferì chiuderla. Lui vive in un’altra città, con una donna conosciuta proprio dopo di me, ma ho sempre desiderato un suo slancio nei miei confronti, oltre alle lunghissime email malinconiche in cui mi parlava di responsabilità dell’età che avanza.
Ebbene, mentre ci aggiornavamo sul lavoro, gli ho raccontato di una mia storia d’amore lampo con un uomo che stavo per sposare, e che poi ho scoperto a tradirmi. Lui mi ha spiazzata, scrivendomi che aveva provato un moto di gelosia immaginandomi all’altare, e di dispiacere per come ero stata trattata.  Sono rimasta a fissare quel messaggio per ore con le lacrime agli occhi. Dopo un po’ mi ha proposto di incontrarci per una chiacchierata, senza allusioni di sorta. È un uomo rispettoso e tantomeno farei qualcosa di cui potremmo pentirci. Mi piacerebbe semplicemente poterlo guardare negli occhi e stare ore ad ascoltare i suoi racconti. Rappresenta un punto di riferimento per me, e raramente si incontrano persone così.
Devo dire che sono emozionatissima, ma allo stesso tempo ho il terrore di commettere qualcosa di sbagliato: in passato sono stata tradita e ho anche tradito a mia volta, so cosa significa e col tempo ho imparato che è un’azione talmente brutta che ti lascia lo squallore addosso a tempo indeterminato.
A ogni storia chiusa ho imparato a voltare pagina, e a ogni cantonata ad andare avanti. Col tempo sono diventata sempre più disillusa e sfuggente, restia a qualsiasi tipo di progetto. Ma lui, Pierpaolo, possibile sia quello descritto nella leggenda giapponese del filo rosso? Possibile che a distanza di quasi quattro anni sentiamo ancora la stessa mancanza l’uno per l’altra?

Anonima.”

Cara Anonima,

quando il presente è così cinico e negativo, o anche solo piatto e senza prospettive che diano un minimo di speranza, non è insolito guardarsi indietro con un moto di nostalgia e con gli occhioni languidi. Non disporre di certezze nell’odierno ci spinge a cercarle lì dove ci sono già state: nel passato. E il passato diventa improvvisamente migliore. Una calda e comoda trappola in cui rinchiuderci spontaneamente.
Dalle tue parole leggo un rancore di fondo nei confronti delle relazioni e dell’amore, come fossero banalità di cui puoi fare a meno e che giudichi sprezzante. Qualcosa di ormai superato, sei andata oltre, non hai bisogno di routine e gli uomini sono tutti “idioti”. Credo sia solo un modo per allontanare da stessa una verità scomoda: sei umana e hai voglia di affetto come chiunque, di qualcosa di bello che riempia le tue giornate. Qualcosa che non si avvera e per questo sei arrabbiata.
Penso tu commetta un errore di fondo, e cioè credere che sia colpa dell’esterno. Colpa degli altri. Un pensiero che ti assolve e ti fa dire “io il mio l’ho fatto, se l’amore non arriva amen”. Se da una parte è vero che l’amore non arriva per forza, non è una lettera del postino, è anche vero che tutti noi dovremmo preparargli un benvenuto accogliente, dovremmo essere predisposti in maniera serena. E invece la cosa che capita più spesso è pretendere di innamorarci nonostante uno stato d’animo incazzato. Come fanno amore e disillusione a essere compatibili?
Per me la colpa è sempre di quei due. Tristezza e nostalgia. Vanno sempre a braccetto, ma sono quelle compagnie di cui la mamma ti consiglia di non fidarti troppo. Spesso sono ingannevoli e generano false memorie, più dolci di quelle che effettivamente sono. E ti spingono a commettere gli stessi errori.
L’idea di riprovarci con un ex, che immancabilmente è già impegnato, accarezza davvero molte donne, ma la causa è sempre la stessa: non avere niente da fare e partire alla ricerca di emozioni travolgenti, non importa se fittizie.
Sei stata tradita e hai tradito, ma questo non ti frena dal tentare un gesto che tu stessa sai essere sleale, e provi a mascherarlo con un significato romantico, con una passata di destino e filo rosso, per non sentirti in colpa.
Sono sicuro che anche lui starà simulando qualcosa di simile. Anche lui starà in una fase di noia, di crisi, di bisogno di una ventata fresca. E allora cosa fa? Prova gelosia ed emozioni di tenerezza nei tuoi riguardi. Entrambi, quindi, state fingendo per non fare i conti con la vostre rispettive realtà. Ma sai cosa vi differenzia? Lui domani smetterà di fingere, si annoierà pure di quello, perché ha una relazione a cui dare il proprio impegno, e da un giorno all’altro ti rifilerà frasi fatte, saluti frettolosi, e sarai tu a sentirti idiota, ancora rancorosa, di nuovo costretta a dire “ecco, avevo ragione, è tutto inutile”.
Spezza questo circolo vizioso e ammetti che forse a sbagliare potresti essere tu.
Sai cosa ti sarebbe utile, invece di un ex già occupato? Che tu tornassi ad aprirti alle possibilità della vita. Libera dai pregiudizi, dall’essere certa che gli uomini siano tutti inadeguati. Solo in questo modo potrai spostare il focus dal passato illusorio al presente concreto, per dare nuove speranze a un futuro a cui forse, senza rendertene conto, non credi più e che hai già bollato come immeritevole dei tuoi sforzi.
Sono convinto che un atteggiamento ostile ma inconsapevole, nei confronti dell’amore, sia il primo motivo per cui le relazioni non funzionano. Ovviamente qui la sarta della tua vita sei tu, ma io lascerei perdere i fili rossi ormai scuciti, e mi concentrerei su qualche maglione nuovo da indossare.

Se vuoi leggere le altre lettere, clicca su LA POSTA DEL CUORE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...