Posta del Cuore: “Il mio cuore è al Sud ma sogno un futuro a Milano: cosa faccio?”

banner-la-posta-del-cuore

Ciao Pierpaolo,

non ti ho mai scritto, ma leggendoti ho capito che forse proprio tu puoi aiutarmi. Sono una ragazza del Sud, di un piccolo paesino sul mare, fidanzata da sempre con un ragazzo di Milano. Dopo anni di distanza e la sua impossibilità (causa lavoro) a trasferirsi da me, mi decido e lascio la mia amata famiglia, il mio mare, il mio mondo provinciale e mi butto nella grande Milano.
I primi mesi sono stati tragici: pianti isterici, fame d’aria, perdita di peso, stress e insalate pronte al lavoro. Poi piano piano ho imparato a essere come gli altri, a parlare come loro, a vestire come loro. Sono arrivate le amicizie e l’autonomia. Adoravo essere una tra mille, il non avere la vecchietta dietro la finestra che chiede “dove vai con quella gonna così corta”, ma soprattutto adoravo la civiltà di Milano.
La città mi ha dato possibilità lavorative quando il mio curriculum era solo un foglio bianco, e non perché ero “amica di”; puoi lasciare l’auto di lusso per strada senza che un ragazzino te la sfregi; puoi portare il cane al parco nell’area adatta e i bimbi alle giostre perché i vandali non le sfasciano. E mentre mi emancipavo, eccolo lì: arriva il trasferimento che anni prima il mio ragazzo aveva chiesto. “Era quello che abbiamo sempre sognato!” mi disse. Risultato? Siamo tornati nel paesino del Sud, lui ha il suo lavoro, io faccio la casalinga. Abbiamo una macchina del ‘98 e ogni giorno ci troviamo un pezzo mancante.
Ormai sono cambiata, questa vita non fa più per me. Vorrei tanto tornare su e realizzarmi professionalmente, ma ho paura di ferire la mia famiglia. Perché adesso vedo solo i difetti di questo Sud? Sono sbagliata? Se volessi potrei tornare a Milano, mi sostengono tutti, ma per ora dovrei farlo da sola. Ed ecco il dubbio: è la cosa giusta? E se un giorno Milano mi ferirà? E se vorrò tornare indietro? Se la città renderà i miei figli diversi da me?

Anonima.”

Cara Anonima,

quello di cui parli è perfettamente normale e mi fa tenerezza. Ho provato e provo anche io, tuttora, le stesse frustrazioni. L’amore-odio nei confronti del nostro Sud – incasinato, disorganizzato, invadente e precario – è un sentimento quasi impossibile da estirpare. Il Sud, a volte, è come quel farabutto dei romanzi rosa, a cui la protagonista si sente visceralmente destinata nonostante gli ostacoli caratteriali e della storia.
Il percorso dei meridionali che emigrano al Nord l’ho sempre visto come la metafora di una relazione. Mi hai fatto tornare alla mente un vecchio film di Truffaut, “Jules e Jim” (che ti consiglio di vedere, perché parla del significato che diamo alle relazioni). La protagonista vive una storia d’amore romantico e, al contempo, in una relazione estesa, sperimenta l’amore passionale con il migliore amico di suo marito. Dunque, il marito onora le necessità concrete della donna (una bella casa, la crescita del figlio, una figura su cui contare) mentre l’amante si occupa di quelle carnali ed emotive.
Sia lo spettatore che i due “malcapitati” partner, quindi, si chiedono per tutto il film se quello che la donna prova sia reale, o se sia solo vittima dei suoi capricci, delle sue convinzioni limitanti, delle sue paure e delle sue indecisioni. Il film, in definitiva, le chiede di scegliere tra i due per ottenere una decisione effettiva e semplice. Questo perché noi tutti abbiamo bisogno di certezze per sentirci al sicuro, per convincerci dell’adeguatezza delle nostre azioni. Pretendiamo il lieto fine e pretendiamo di anticiparlo. Eppure la protagonista non mente: gli anni passano e lei continua ad amare per davvero entrambi gli uomini, e loro amano lei.
È ingiusto? È dannoso? Ci sono alternative migliori? Dove potrebbe condurla un amore tanto tormentato?
Sono domande che chiunque si pone quando il tempo scorre, i primi capelli bianchi appaiono e le confusioni si moltiplicano nell’età delle rincorse. Quelle importanti, però, si riducono a due soltanto: mi rende felice? Che cosa mi manca?
Cara Anonima, Milano è il tuo amore romantico e il paesino del Sud il tuo amore passionale. Non potrai mai fare a meno di uno di loro. Sono entrambi nel tuo cuore. Non credo otterrai mai una risposta veritiera per tutto il resto, e non dovresti caricarti di ansie inutili.
Nessuno potrà assicurarti che riabbracciare Milano sia una scelta saggia o restare nelle coccole della famiglia sia meglio. I cliché si sprecano: conosco gente stufa marcia del caos delle province e depressa dalla solitudine che le città infondono. Lo sbaglio che compi penso sia quello di esigere dalle due realtà una risposta, mentre dovresti ottenerla da te stessa. Interrogati sulla tua natura e su quale realtà sia più compatibile con le tue esigenze attuali, per non cadere nei ripianti. Custodirai in eterno la nostalgia, un’emozione da accettare con serenità. Se lo farai, smetterà di corroderti e la vedrai come un’amica che ogni tanto viene a farti visita.
In definitiva, non scegliere tra Milano e il paese come se una escludesse l’altro: se ti manca Milano, torna a viverci e, come fanno in tanti, concediti piccole vacanze per salutare le bellezze del Sud.
Un abbraccio da un campano nostalgico che vive a Milano.

Se vuoi leggere le altre lettere, clicca su LA POSTA DEL CUORE

 

Annunci

One thought on “Posta del Cuore: “Il mio cuore è al Sud ma sogno un futuro a Milano: cosa faccio?”

  1. Mi ritrovo nella lettera della ragazza, vissuto a Milano per 10 anni e ora tornata nella mia Sardegna. Mi sento smarrita e estranea, provo fastidio a interagire con la gente. Eppure basta una giornata al mare o il profumo delle saline per stare meglio. Non ho ancora deciso nemmeno io dove stare e cosa sia meglio per me e la mia famiglia. Milano mi manca ma anche la Sardegna mi manca. Vorrei essere nei due posti contemporaneamente. Quindi, mio caro, prendo la tua risposta come oro. Grazie per questa riflessione.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...