Posta del Cuore: “Faccio sempre l’amante e le altre si sposano”

banner-la-posta-del-cuore

“Ciao Pierpaolo,

sono sempre stata la famosa amante mai l’amata, e ho passato tante giornate ad spettare campanelli e telefonate. Poi cresci, e dopo qualche mazzata e tante bugie decidi che nella vita, nonostante l’amore, mai più una cosa del genere. Allora succede che rifai l’amante ma stavolta non lo sai, altrimenti avresti evitato, ed è forse peggio perché in quel caso solo tante bugie e poche scelte, e quando poi lo scopri ormai è tardi. Nel frattempo lui ha già ancora un’altra, ma guarda caso dopo di te è quella giusta, quella da sposare per essere finalmente non più un bugiardo e un traditore, o almeno cosi pare. Insomma, io sarei l’anticamera della felicità altrui. E se da una parte mi sento sollevata per essermi tolta l’ennesimo stronzo dalle palle, inevitabilmente cresce la domanda “perché con lei sì e con me no?”, e si allarga un gran buco nero nell’anima. Loro vanno avanti e io no.

Anonima”

Cara Anonima,

chi fa l’amante, sotto sotto, sa di fare qualcosa di sleale. Certo, legittimato dal sentimento vero, che siamo abituati a credere debba arrivare per primo, ma stiamo comunque interferendo con la fiducia di una persona. In amore e guerra tutto è lecito? Certo, ma non lamentiamoci dei colpi bassi.
L’ho fatto anche io l’amante, tanto tempo fa, e assieme ai sensi di colpa nutrivo la consapevolezza di non volere un rapporto fondato sulle bugie. Insomma, se lui tradiva la fidanzata con me, cosa gli avrebbe impedito di fare lo stesso se, ipoteticamente, quello ufficiale fossi diventato io?
Pensavo a lei, la donna ingannata, e mi chiedevo perché mai lui avesse dovuto mollare una persona che, in fin dei conti, gli era devota, fedele, si prendeva cura di lui. I miei sentimenti erano sinceri, quelli di lui si stavano solo svagando. Lei, infine, era all’oscuro di tutto e non ha mai sofferto.
Perché ti dico questo? Perché quello su cui non riflettiamo mai è l’ipocrisia di fondo, che noi amanti nascondiamo cocciutamente col nostro velo d’amore immacolato. Un uomo che tradisce è spesso un uomo maschilista, furbo, che in solitudine si fa i suoi calcoli (ma farebbe lo stesso una donna che tradisce). Credi davvero, quindi, che chi ha una relazione vorrebbe instaurare poi un rapporto serio con una persona che ritiene “amante” e dunque sleale quanto lui?
Molti uomini sono ancora legati a un retaggio che vede il maschio libero e padrone e la donna come compagna affidabile. Sono legati ai terribili concetti di “vergine” e “puttana”. Vedono la vergine, cioè la donna pura e premurosa, come quella adatta per il suo focolare, mentre la seconda è un giocattolo che a volte adorano tenersi per l’esterno, per un uso occasionale.
Mi dispiace usare parole così dure, ma sono davvero tante le donne che si chiedono dove sbagliano e perché non riescono a essere felici, quando poi, semplicemente, scelgono l’uomo sbagliato: quello già impegnato.
Sono certo che là fuori ti aspettano tanti bravi ragazzi single, pronti a cominciare da zero, com’è giusto che sia.
Ti mando un bacio grande.

Se vuoi leggere le altre lettere, clicca su LA POSTA DEL CUORE

Annunci

3 thoughts on “Posta del Cuore: “Faccio sempre l’amante e le altre si sposano”

  1. Forse non ho ben capito io, l’associazione maschilismo/tradimento varrebbe in generale o solo per quelli che da un lato si “accasano” e dall’altro hanno l’amante fissa anni ’50? E il maschilismo sarebbe nella necessità di avere da un lato la “brava donna” stabile e dall’altro la “donnina” con cui divertirsi e osare oppure nell’impossibilità di lasciare la “brava donna” di cui sopra finché non si trova un’altra altrettanto “perbene”? perché il secondo caso, di una persona che è pronta a separarsi solo se ha a disposizione una seconda relazione stabile (e stabilizzante), può essere quello di un uomo così come di una donna, mi pare.

    Mi piace

    1. “Un uomo che tradisce è spesso un uomo maschilista”. Si sta parlando di questo caso in particolare, non ho detto che tutti gli uomini sono maschilisti, ma che spesso lo è un traditore, che vede nelle donne un utilizzo, della moglie e dell’amante 🙂

      Mi piace

      1. Sai che non sono mica sicura che sia il maschilismo alla base dell’utilizzo di cui parli… ho spesso pensato che la causa fosse invece fondamentalmente il considerare le persone (di sesso XX o XY) un po’ come oggi viene considerato l’ultimo iPhone, cioè un tentativo di riempire un vuoto con un oggetto che essendo concreto (e quindi per sua natura imperfetto) non puó riempire il vuoto in questione in modo soddisfacente. Questo secondo me vale per quelle persone che portano avanti storie parallele in segreto, mentre altro discorso vale per chi lo fa apertamente o per chi ha diverse relazioni di breve durata (una notte o una settimana, per capirci) mentre ne intrattiene un’altra più stabile: in questo caso secondo me è proprio la cultura che, proponendo severamente un modello molto stretto, nella gran parte dei casi è la causa dell'”infrazione” in questione. Ripeto, sempre e solo secondo me.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...