Posta del Cuore: “Mio figlio gioca con le bambole, qualcuno già lo prende in giro”

banner-pagina-la-posta-del-cuore

“Ciao Pierpaolo,

sono mamma di due splendidi bambini, il grande di 9 anni e il piccolo di 4 anni.
Ti scrivo per raccontarti la storia del mio piccolino. Lui ama da sempre vestirsi da femminuccia. Gli piace indossare i miei tacchi, bracciali, collane, le borsette. Per lui è un gioco e io l’ho sempre lasciato fare, si diverte tantissimo!
Guardiamo le Winx, dottoressa Pelusche, la principessa Sofia, e se andiamo in un negozio di giocattoli è capitato che ha voluto comprato qualche bambola o barbie, e io l’ho sempre accontentato.
Per me non esistono differenze nei giochi. Lo lascio libero di esprimersi, voglio solo vederlo felice.
Purtroppo più cresce e più mi rendo conto che ci saranno persone (come è già capitato) che faranno spiacevoli battute. “Tu sei un maschio, non puoi giocare con le bambole”.
Vorrei dire a tutte quelle persone che non comprendono la gioia di un bambino quando riceve il gioco che tanto desidera, quando è lasciato libero di esprimere se stesso. Vi dico che state fallendo come esseri umani. Uscite fuori dai vostri preconcetti. C’è un mondo pieno di colori tutti diversi tra loro ma ognuno bellissimo a suo modo.
Ti abbraccio forte,

Anonima”

Cara Anonima,

comincio col dire che sei una madre fantastica, il modello che un bambino vorrebbe in casa per sentirsi non solo libero nella fantasia e negli stimoli inevitabili, ma soprattutto protetto. Quando avevo 5 anni giocavo con i Polly Pocket. Mia madre me li comprava perché la pregavo. Per lei non era un problema, ma un po’ si vergognava. Non di me, ma dell’idea che qualcuno potesse saperlo. Era l’ambiente esterno che la spaventava, e io, da bambino, come tutti i bambini, ero una spugna con l’abilità di riconoscere i suoi turbamenti. Così crescendo lasciai stare, perché nonostante fossi felice di giocare con le bamboline, avevo capito che in qualche modo risultava sbagliato. Perciò proteggilo. Per quanto il mondo possa essere crudele, ostile, ottuso, tuo figlio saprà combattere contro ogni avversità per difendere i suoi sogni, se in casa ci sarà una madre che crede in lui. La madre è la prima corazza di ogni futuro adulto. Per quanto riguarda il suo, di futuro, non preoccupartene. Lo stabilirà lui, passo dopo passo, ascoltando il suo corpo e guardando quello degli altri. Magari continuerà con le bambole, magari scoprirà la passione per i trattori. Magari diventerà un ballerino, un insegnante, un postino. Le persone mutano e cambiano ciò che vogliono di continuo, e non c’è niente di scontato o prevedibile. La scelta dei giocattoli dimostra solo una delle tante varianti della sensibilità.
Mando un bacio a entrambi e ti faccio ancora i miei complimenti.

Se vuoi leggere le altre lettere, clicca su LA POSTA DEL CUORE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...