Se sei single fatti due domande e meno foto

Episodio. Se sei single fatti due domande e meno foto

Un sacco di ragazzi si lagnano che sono single. Sfortunatamente, sono gli stessi che trascorrono gran parte dell’odierna esistenza a farsi un certo tipo di foto. Quelle foto che io chiamo “la disperazione dei bonazzi soli”. Foto in cui si comunica poco velatamente ciò che il soggetto pensa di se stesso: “minchia ma quanto sono maschio. Non sono un sogno erotico? Maro’, stamattina mi sono fatto una pugnetta guardandomi allo specchio, poi la lecco perché di me non spreco niente. 300 mi piace a una foto? Posso fare di meglio. Andiamo ragazzi, guardatemi, non sono la cosa più sexy che vi possa capitare?” E poi, dopo aver pensato questo, sotto la foto in posa Titanic omosessualissima, piazzano una didascalia tipo “appena finito di lavorare, adesso pappa e Tv”.

Ora. Io dico. Tralasciando il maremoto di Nettuno in combo con Giove vieni in mio soccorso e dammi tutta la forza prorompente del fulmine che ogni volta mi vengono da lanciare. Ma ‘sta gente crede sia attraente palesare la visione esagerata che ha di se stessa? Crede che l’ambizione di un ragazzo o una ragazza possa essere trovare finalmente un egocentrico che si scassa in palestra per diventare il più bello del reame, o peggio ancora uno che ha fatto della sua panza pelosa e dunque virile il nuovo Santo Graal da conquistare? Crede che gli altri single in cerca di un partner nutrano il desiderio di sbavare per un illuso che non ha il minimo interesse nei confronti del resto dell’umanità o ad ascoltare ciò che gli altri hanno da dire? Che ha le sopracciglia così sollevate dalla presunzione da attaccarsi al buco del culo, e che se potesse si farebbe le autopompe per quanto si ama?
Raga’, chiudete gli occhiali da sole firmati nello stipo assieme ai Kinder Merendero, mandate alle fiamme i profumi Gucci, stracciate la tessera della palestra, dell’estetista e del solarium e tornate umani, tornate lucidi, tornate a essere protagonisti della vostra semplice vita, non dei film campioni d’incassi che nessuno sta girando. Quello che i single vogliono è un tizio alla mano che sappia cucinare la frittata di patate perfettamente dorata e fare del magnifico rimming sul cofano dell’auto, e per riuscire in entrambe le pratiche bisogna tornare alla capacità di donare, abbandonando la pretesa di ricevere. Quello che i single vogliono è mangiare pane e sausicchia sotto le stelle, parlando di quella volta che vi siete fracassati le ginocchia da bambini, evitando di immergersi in tre ore agonizzanti del vostro monologo su quanto sia figo fare il project manager.

È vero, su Facebook è facile rastrellare complimenti, ma se nella realtà non si accetta di dover scendere dai piedistalli e tornare alla pari con gli altri, la solitudine è solo una conseguenza prevedibile.

Segui la pagina Facebook: pierpaolomandetta

Annunci

One thought on “Se sei single fatti due domande e meno foto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...